lunedì 10 febbraio 2020

Venerdì 14 febbraio 2020 - Serata Antares al Liceo di Lugo - I colori del cielo - [ 2a parte ]

Amici dell'osservatorio e dell'associazione!

Riprende l'attività presso il LICEO di LUGO !
SERATE del 2020 / nuova sala incontri !

VENERDI' 14 FEBBRAIO 2020


- ore 20.45 -

presso la
SALA INCONTRI
della
BIBLIOTECA DEL LICEO



Una nuova interessante e divertente serata da condividere... sempre a costo ZERO !

titolo della serata :
I COLORI DEL CIELO
2a PARTE

Relatore : Valeriano Ballardini

mercoledì 8 gennaio 2020

Serata Liceo gennaio 2020 - I colori del cielo [1a parte] i colori delle stelle

Amici dell'osservatorio e dell'associazione!

Riprende l'attività presso il LICEO di LUGO !
PRIMA SERATA del 2020 / nuova sala incontri !

VENERDI' 10 GENNAIO 2020


- ore 20.45 -

presso la
SALA INCONTRI
della
BIBLIOTECA DEL LICEO



Una nuova interessante e divertente serata da condividere... sempre a costo ZERO !

titolo della serata :
I COLORI DEL CIELO
1a PARTE
I COLORI DELLE STELLE

Relatore : Valeriano Ballardini

mercoledì 11 dicembre 2019

Serata Liceo Venerdì 13 Dicembre : FANTASTICA LUNA - Viaggio verso il nostro satellite tra fantasia e realtà

Amici dell'osservatoro e dell'associazione!

Riprende l'attività presso il LICEO di LUGO !
PRIMA SERATA / nuova sala incontri !

VENERDI' 13 DICEMBRE 2019


- ore 20.45 -

presso la
SALA INCONTRI
della
BIBLIOTECA DEL LICEO



Una nuova interessante e divertente serata da condividere... a costo ZERO !

titolo della serata :
FANTASTICA LUNA
Viaggio verso il nostro satellite tra fantasia e realtà


Relatori : Vittoria Laccchini ed Angelo Venturelli

venerdì 8 novembre 2019

Tutta colpa della Luna - Prima serata 2019-2020 al Liceo di Lugo

Amici dell'osservatoro e dell'associazione!

Riprende l'attività presso il LICEO di LUGO !
PRIMA SERATA / nuova sala incontri !

VENERDI' 8 NOVEMBRE 2019


- ore 20.45 -

presso la
SALA INCONTRI
della
BIBLIOTECA DEL LICEO





titolo della serata :
TUTTA COLPA DELLA LUNA!
RIFLESSIONI SULLA PIU' GRANDE AVVENTURA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA FATTA DALL'UOMO
Relatore : Prof. Angelo Venturelli

mercoledì 9 ottobre 2013

Attività solare in ripresa con esplosioni e tempeste geomagnetiche

M -CLASS SOLAR FLARE : l'attività solare è in ripresa . Un nuovo gruppo di macchie denominato AR1865 è scoppiato questa mattina ( 9 ottobre alle 01:48 UT) , producendo la più forte eruzione solare degli ultimi due mesi . Dal NASA Solar Dynamics Observatory hanno registrato l' eruzione di classe M2.8 : vedasi filmato . La Terra non si trova sulla "linea di fuoco", ma le future eruzioni potrebbero essere interattive con il nostro pianeta non appena la macchia solare girerà verso di noi nei giorni a venire . 




IMPATTO CME con tempesta geomagnetica : un'onda d'urto interplanetaria, forse il bordo esterno di una CME, ha colpito il campo magnetico terrestre l'8 ottobre circa alle 20:15 UT ( 13:15 PDT ) . L'impatto ha scatenato una tempesta geomagnetica (ancora in corsodi classe G1 e aurore luminose intorno al Circolo Polare Artico. Lana Rupp ha fotografato questa splendida immagine (vedi sopra) piena di colore nel cielo di Borgarnes , Islanda , durante le prime ore del 9 ottobre.

La Terra sta attraversando la scia di un CME ovvero una regione nel quale imperversa vento solare ad alta velocità che continua a schiaffeggiare il campo magnetico del nostro pianeta. Le previsioni del NOAA sospettano che una seconda CME potrebbe arrivare verso il 9 ottobre e stimano una probabilità del 65 % di registrare tempeste geomagnetiche polari durante le 24 ore successive . Ad alta latitudine è attiva l'allerta aurore boreali.

Fenomeni astronomici del mese di ottobre 2013


Questi i principali eventi astronomici del mese di ottobre 2013.
Luna
5 ottobre: Luna nuova (ore 02e36 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 386˙093 km
12 ottobre: primo quarto di Luna (ore 01e05 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 371˙364 km
19 ottobre: Luna piena (ore 01e40 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 380˙461 km
27 ottobre: ultimo quarto di Luna (ore 01e43 tempo locale)
Distanza Terra-Luna: 401˙620 km
Piogge meteoriche
8-9 ottobre: Draconidi
Corpo progenitore: cometa 21P/Giacobini-Zinner. ZHR massimo: 10 meteore/ora.
Illuminazione lunare inesistente, per cui ci sono le condizioni ideali per l’osservazione di queste meteore pocoo luminose.
21 ottobre: Orionidi
Corpo progenitore: cometa di Halley.
Date attive: dal 16 al 27 ottobre. ZHR massimo: 20 meteore/ora.
Illuminazione lunare decisamente fastidiosa, dal momento che la Luna quasi piena staziona tutta la notte nella vicina costellazione del Toro, che sorge poco prima della grande costellazione di Orione.
Pianeti
Mercurio è osservabile con grandissima difficoltà al tramonto del Sole, a causa di un’eclittica molto bassa in direzione ovest-sudovest e nonostante raggiunga la massima elongazione orientale il 9 ottobre (distanza dal Sole di oltre 25 gradi). Nell’ultima decade del mese si avvicina velocemente al Sole e scompare tra le luci del crepuscolo.
Venere è anch’esso visibile al tramonto del Sole in direzione sudovest, sempre molto basso sull’orizzonte nonostante si trovi ad oltre 45 gradi di distanza angolare dalla nostra stella. Con la sua magnitudine superiore a -4,2 risulta comunque facilmente individuabile e il protagonista del cielo all’imbrunire.
La visibilità di Marte è in costante aumento. Per tutto il mese il pianeta è visibile, nelle ore che precedono l’alba, nella costellazione del Leone. Il giorno 15 ottobre è a poco meno di un grado dalla stella alfa della costellazione, Regolo, stella dalla tonalità biancazzurra che contrasta chiaramente con il colore rosso del pianeta.
Giove sorge pochi minuti dopo la mezzanotte ad inizio mese ed è visibile quindi per buona parte della notte verso la fine di ottobre, in prossimità della stella Wasat, stella delta dei Gemelli.
Saturno è ancora osservabile fino a metà del mese, subito dopo il tramonto del Sole, tra ovest e sudovest, seppur con grande difficoltà. Poi scompare tra le luci del crepuscolo.
Urano è in opposizione al Sole il 3 ottobre e risulta osservabile per tutta la notte, sotto la testa occidentale dei Pesci, dove si sposta con lento moto retrogrado (da est verso ovest).
Nettuno è sempre rintracciabile per buona parte della notte tra le stelle Iota e Theta (Ancha) della costellazione dell’Acquario.
Altri fenomeni e configurazioni
1 ottobre: congiunzione Luna-Marte. Il pianeta rosso (magnitudine 1,60) e la Luna (fase calante al 15%) sorgono insieme, verso est, nella seconda parte della notte, seguiti a pochi gradi da Regolo, stella alfa del Leone.
8 ottobre: congiunzione Luna-Venere. La Luna (fase crescente al 16%) e Venere (magnitudine -4,22) tramontano insieme a sudovest. Sono della compagnia anche i pianeti Mercurio e Saturno, però decisamente deboli e vicini all’orizzonte quando il cielo inizia ad imbrunire.
18 ottobre: eclisse parziale di Luna di sola penombra. Alla massima eclisse, il 76% del disco lunare si trova immerso nella zona di penombra della Terra.
26 ottobre: congiunzione Luna-Giove. La Luna (fase calante al 59%) e Giove (magnitudine -2,34) sorgono insieme, tra est e nordest nella costellazione dei Gemelli, e si fanno compagnia fino all’alba.
29 ottobre: congiunzione Luna-Marte. Secondo appuntamento del mese fra il pianeta rosso (magnitudine 1,49) e la Luna (fase calante al 29%) sotto la stella Regolo.
Attività Antares
Venerdì 11 ottobre
Serantares al Liceo Scientifico di Lugo
Seguirà locandina
Sabato 12 ottobre
Serata pubblica Osservatorio Monte Romano
 “Stelle & castagne per tutti”
By Daniela e Angelo

martedì 9 aprile 2013

Asteroidi e comete contro la Terra !

Appuntamento importante e di grande attualità (anzi... è SEMPRE di attualità anche se ve ne volete dimenticare!).

Il consueto appuntamento con le stelle di questo SECONDO VENERDI' del mese di APRILE è confermato con l'autorevole partecipazione del Dr. LUIGI FOSCHINI, ricercatore dell' INAF - ISTITUTO NAZIONALE di ASTROFISICA all'Osservatorio Astronomico di BRERA.

Ad accrescere il nostro piacere personale va ricordato che il Dr. Foschini è anche uno dei fondatori della nostra associazione e quindi, a maggior ragione, riveste anche un ruolo di socio particolarmente prestigioso del quale amiamo essere orgogliosi.

Scusateci se sottolineiamo cose che possono sembrare vanesie (?) ma ai nostri giorni, riteniamo raro che una passione per la scienza e soprattutto per la ricerca scientifica possa divenire anche il vero e proprio ambito lavorativo... ed i riconoscimenti ed attestati di stima accumulati dal nostro Dr. FOSCHINI ci permettono di non essere soggetti a "critiche" quando ci permettiamo di lodarlo.

A parte l'incensamento, restano l'importanza del tema e il peso scientifico delle argomentazioni e delle spiegazioni tecniche del relatore che ha un'esperienza nel merito.

IMPATTI DI ASTEROIDI E COMETE CON LA TERRA !

Non mancate quindi all'appuntamento (ditelo anche agli amici!) che non mancherà anche di fare il punto della situazione sul recentissimo e importantissimo evento meteoritico/asteroidale russo che ha riportato alla ribalta in modo clamoroso e senza precedenti la tematica dei rischi di impatto che il nostro pianeta vive costantemente difeso dalla sua preziosa atmosfera ma che non può esimersi da una soglia di attenzione assoluta e continua, in barba a budget e crisi economiche di chichessia.

...vi basta come spunto di riflessione?

VI ASPETTIAMO !!!

AULA MAGNA LICEO DI LUGO
Ore 20.45
Viale degli Orsini, 6 - 48022 Lugo
(nel viale della Stazione per intenderci!!!)

NOTE : L'Istituto Nazionale di Astrofisica (o INAF) è il principale ente di ricerca italiano per l'Astronomia e l'Astrofisica. Raccoglie l'eredità culturale, e anche storica, degli osservatori astronomici ed Istituti italiani già del CNR che vi afferiscono.
Il campo delle ricerche svolte in ambito INAF si estende a tutto l'arco delle scienze dell'Universo, dagli studi del sistema solare alla cosmologia, sia dal punto di vista osservativo e sperimentale che teorico. L'INAF mantiene anche una stretta collaborazione con gli altri organismi che svolgono ricerca astronomica in Italia e all'estero, in particolare con l'INFN, per l'astrofisica delle particelle, l'ASI, l'ESA e la NASA.